Retorno by desconocido on Grooveshark
English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified

martes, 12 de abril de 2011

Ai Rinnegatori

EUGENIO SIRAGUSA - Sua Opera, una PORTA REALE 





Ai Rinnegatori


Il dragone vi ha rivestiti con la sua pelle e vi ha resi a lui somiglianti.


La vostra lingua è divenuta biforcuta, e tinta di veleno e di bestemmie.


Strisciate come serpenti in cerca di preda, sfoderando sinistre menzogne con le parole che uccidono.


Ma a voi, figli degeneri e maledetti, ho riservato il posto che vi spetta per aver sputato in Cielo e calpestato il Sole della mia Divina Sapienza.

Vi annovererò tra i morti nello spirito e vi renderò alla Terra privi di Luce e di Pace come bestie tra le bestie.

Vi morderete la lingua e vi nutrirete di sterco e di putridi vermi.

Ora siete divenuti figli del drago, e come lui, olezzanti di male e coperti di sozzure diaboliche.

Il mio Dito sarà puntato su di voi, e i guai vi cingeranno sino allo spasimo, Maledetti!

Avete masticato le perle che vi sono state date, gettandole nell'atrio della vostra miseria. Un giorno non lontano cadrà la spada della mia Giustizia su di voi.

Rinnegatori del Mio Sommo Bene.


Adoniesis


Eugenio Siragusa
Nicolosi